L’aeroporto più inutile del mondo riceve il suo primo volo commerciale

Una delle isole più remote del globo è l'Isola di Santa Elena conosciuta per essere il luogo dove è morto Napoleone Bonaparte, ha ricevuto il primo volo commerciale nel suo aeroporto. Fino ad ora una nave visitava l'isola almeno tre volte a settimana

45
L'aeroporto più inutile del mondo riceve il suo primo volo commerciale
L'aeroporto più inutile del mondo riceve il suo primo volo commerciale

Una delle isole più remote del mondo è l’Isola di Santa Elena, fino ad oggi  raggiungibile solo attraverso un’imbarcazione, conosciuta come l’Isola che ha ospitato Napoleone Bonaparte e dove vi è morto, ha ricevuto sabato il suo primo volo commerciale, eseguito dalla linea aerea sudafricana Airlink, come annunciato dalla compagnia in un comunicato.

Nel mezzo dell’oceano atlantico, a 1800 chilometri dalla costa dell’Angola ed a 4000 km da Rio de Janeiro, l’isola di Sant’Elena con i suoi 4500 abitanti, è una piccola isola appartenente al Regno Unito, e finora era raggiunta soltanto  da una nave che la visitava tre volte a settimana. Airlink effettuerà un volo settimanale tutti i sabato da Johannesburgh a Città del Capo, con scalo a Windhoek (Namibia) con prezzi di volo che varieranno tra i 904 e 1783 euro a biglietto. Nella pagina pubblicitaria della Airlink l’isola è descritta come un paradiso subtropicale, destino ideale per tutte le persone che amano l’abbondanza di flora e fauna, evidenziando la possibilità di praticare sport subacquei con squali e balene.