Juventus – Lazio 14-10-2017 Pagelle ed Highlights

La Lazio espugna lo Juventus Stadium con una doppietta di Immobile, Nel primo tempo Douglas Costa aveva portato i bianconeri in vantaggio 1-0

52

LE PAGELLE

BUFFON 6: può fare poco sui gol, è bravo a evitare il terzo.

LICHTSTEINER 5: nel primo tempo, quando la squadra è ordinata, fa il compitino, ma nella ripresa crolla. Sbaglia quasi tutto anche con il pallone tra i piedi e quando la Juve deve recuperare un gol diventa quasi un ostacolo (dal 73′ STURARO 5.5: entra in un momento complicato e non nella posizione in cui poteva fare al differenza. Palla al piede, però, fatica tremendamente)

BARZAGLI 4.5: il peggiore di giornata. In costante difficoltà, è colpevole, in coabitazione con Chiellini, delle enormi voragini centrali in cui si infila Immobile per ribaltare la partita. Lontano parente del Barzagli a cui lo Stadium era abituato.

CHIELLINI 5: male anche lui. Quei buchi in mezzo alla Juve non si possono vedere in nessuna occasione. Fa un po’ meglio di Barzagli, ma decisamente non basta. Dopo una settimana da muro invalicabile, stecca nettamente.

 

ASAMOAH 5.5: se la fascia destra, con Lichtsteiner, piange, la sinistra non sorride. Palla al piede, poi, perde sempre un tempo di gioco fondamentale per provare a cogliere impreaprata la difesa laziale.

KHEDIRA 6: bene soprattutto nel primo tempo, quando fa la spola tra il centrocampo e la trequarti e crea di fatto le due occasioni più pericolose. Nella ripresa cala, forse anche a causa della fatica ed è più impreciso e meno nel vivo dell’azione (dal 65′ DYBALA 5: il suo errore tradisce la Juve ancora una volta. Come a Bergamo, ha l’occasione di cambiare il risultato nel finale, ma ancora una volta sbaglia. Era entrato bene, ma l’errore pesa tanto. Troppo)

BENTANCUR 5: aveva raccolto solo consensi finora, ma come naturale arriva anche per lui la giornata no. E capita nel giorno in cui la Juve non gira. Leggero in copertura, impreciso con il pallone tra i piedi. Prima bocciatura in maglia Juve.

MATUIDI 5.5: la corsa non manca mai, ma, e il discorso vale per tutta la Juve, allo sforzo fisico non accompagna la lucidità. Sbaglia tanto, troppo e non è preciso come suo solito nemmeno in copertura.

DOUGLAS COSTA 6: il gol è una nota positiva e arriva al momento giusto, ma prima e dopo è il solito Douglas. Qualità da vendere, ma più spezio al servizio della ricerca della giocata che della squadra. L’apprendistato non è ancora terminato. (dal 55′ BERNARDESCHI 6.5: ci mette più impegno e voglia di tutti gli altri e perlomeno ha il guizzo. Come in occasione del rigore)

HIGUAIN 5.5: nel primo tempo è tra i migliori, con corsa e pressing senza sosta e il gol sfiorato proprio con la pressione sul portiere. Pesano come macigni, però, il gol fallito a tu per tu con Strakosha (bravo il portiere della Lazio) e il mancato controllo in mezzo all’area,

MANDZUKIC 5: forse fisicamente, come ha detto Allegri, stava bene, ma in campo non si vede il Mandzukic cui la Juve è abituata. Qualche sprazzo nel primo tempo, poi il nulla. Delude anche lui.

All. ALLEGRI 5: il secondo tempo della Juve è troppo brutto per essere vero. Squadra mai in campo e mai in partita, in balia della Lazio, che chiude e riparte quando e coe vuole, punendo proprio con le ripartenze che Allegri aveva dichiarato di temere.

Lazio: Strakosha 7; Bastos 6.5, De Vrij 7, Radu 6.5; Marusic 6, Parolo 6.5, Lucas Leiva 6.5, Milinkovic-Savic 6.5, Lulic 6 (84′ Patric 5); Luis Alberto 7 (72′ Nani ng); Immobile 7.5 (76′ Cancelo ng). All. Inzaghi 7.5