Bimba non vaccinata in rianimazione: “Forse è tetano”

165

Sospetto clinico di tetano all’ospedale infantile di Regina Margherita di Torino. Una bambina di sette anni, colpita da spasmi e convulsioni, è stata ricoverata in rianimazione, sedata ed in prognosi riservata. I sintomi, secondo i medici, sono compatibili con una infezione da tetano, ma la conferma arriverà soltanto nei prossimi giorni con l’esito degli esami. La bimba è stata sottoposta alla profilassi contro il tetano, per cui non era vaccinata.

Un campione di sangue è stato inviato all’ospedale Amedeo di Savoia di Torino, specializzato nella diagnosi e nella cura delle malattie infettive. Il vaccino contro il tetano rientra tra i dieci antidoti classificati come obbligatori per la frequenza scolastica dal decreto Lorenzin. Come ha ricordato ieri Vittorio Demicheli, epidemiologo della Regione Piemonte, “l’antitetanica è obbligatoria dal 1963. Il tetano non è contagioso, ma è ineliminabile”. Sono circa 5 mila, secondo l’Istituto superiore di sanità, i bambini in Italia che ogni anno non vengono vaccinati contro malattie come tetano, poliomilelite e difterite, e circa 10 mila non ricevono la profilassi all’età giusta contro morbillo e rosolia. Una situazione che gli esperti definiscono alquanto grave.

CONDIVIDI