Attentato Turchia, sei persone arrestate per l'omicidio dell'ambasciatore russo Karlov

Attentato ambasciata Turchia Attentato ambasciata Turchia

 

La polizia indaga su presunti legami tra l'aggressore e l'organizzazione di Gulen

Le forze di sicurezza turche hanno arrestato sei persone in relazione all'omicidio dell'ambasciatore russo Andrey Karlov ad Ankara. Lo rende noto l'emittente Ntv spiegando che il padre, la madre e la sorella del presunto assassino Mevlüt Mert Altintas, sono stati fermati nella notte a Soka, città natale dell'aggressore nell'ovest del Paese.

Altintas era stato un poliziotto e aveva lavorato per due anni e mezzo nelle forze anti-sommossa. Secondo il quotidiano Hurriyet, tra le persone arrestate vi sarebbe anche il suo compagno di stanza. La polizia sta inoltre indagando su presunti legami tra l'aggressore e l'organizzazione dell'imam Fethullah Gülen, che Ankara ritiene essere il responsabile del golpe fallito del 15 luglio. Secondo i media locali, la scuola di polizia in cui l'aggressore si è diplomato è sotto il controllo di ufficiali di polizia gulenisti.

INVESTIGATORI DA MOSCA. La Russia ha inviato in Turchia una squadra di 18 esperti per indagare sull'omicidio. "Il gruppo sarà formato da rappresentanti delle diverse istituzioni, tra cui la commissione dell'Istruzione e il ministero degli Affari esteri", ha precisato il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov. "La decisione è stata presa durante una conversazione telefonica tra i presidenti di Russia, Vladimir Putin, e di Turchia, Recep Tayyip Erdogan", ha aggiunto. Putin ha infatti avvertito che "la risposta all'omicidio dell'ambasciatore russo sarà i rafforzamento della lotta contro il terrorismo. E i banditi lo sentiranno sulla propria pelle". #attentatoturchia #ambasciataturchia #esteri

(fonte lapresse.it)

in Esclusiva

 

Iscriviti alla Newsletter di Radio Pianeta Virale per ricevere gli aggiornamenti su Notizie ed Eventi